Un overwiew alle più recenti ricerche su Cultura e Salute.

cultura e salute

Un overwiew alle più recenti ricerche su Cultura e Salute.

Catterina Seia – Presidente di CCW e Membro dell’Advisory Board di IBSA Foundation for scientific research – con Martarei Chlin- ricercatrice, per il blog dell’Ente impegnato nel progetto strategico Cultura e Salute.

𝘚𝘰𝘯𝘰 𝘵𝘳𝘢𝘴𝘤𝘰𝘳𝘴𝘪 𝘱𝘪𝘶̀ 𝘥𝘪 𝘵𝘳𝘦 𝘢𝘯𝘯𝘪 𝘥𝘢𝘭𝘭’𝘶𝘴𝘤𝘪𝘵𝘢 𝘥𝘦𝘭 𝘳𝘦𝘱𝘰𝘳𝘵 67 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘖𝘔𝘚 𝘴𝘶𝘭𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘢𝘵𝘵𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘢𝘳𝘵𝘪 𝘤𝘰𝘮𝘦 𝘳𝘪𝘴𝘰𝘳𝘴𝘦 𝘧𝘰𝘯𝘥𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘢𝘭𝘪 𝘱𝘦𝘳 𝘪𝘭 𝘣𝘦𝘯𝘦𝘴𝘴𝘦𝘳𝘦 𝘦 𝘭𝘢 𝘴𝘢𝘭𝘶𝘵𝘦 𝘦 𝘪𝘭 𝘳𝘪𝘤𝘰𝘯𝘰𝘴𝘤𝘪𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘦𝘭 𝘷𝘢𝘭𝘰𝘳𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘢𝘳𝘵𝘦𝘤𝘪𝘱𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘤𝘶𝘭𝘵𝘶𝘳𝘢𝘭𝘦 𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘦𝘴𝘱𝘳𝘦𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘢𝘳𝘵𝘪𝘴𝘵𝘪𝘤𝘢 𝘪𝘯 𝘵𝘶𝘵𝘵𝘰 𝘭’𝘢𝘳𝘤𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢, 𝘥𝘢𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘳𝘰𝘮𝘰𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘴𝘢𝘭𝘶𝘵𝘦, 𝘢𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘳𝘦𝘷𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦, 𝘢𝘭𝘭𝘢 𝘨𝘦𝘴𝘵𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘱𝘢𝘵𝘰𝘭𝘰𝘨𝘪𝘦, 𝘪𝘯 𝘢𝘭𝘭𝘦𝘢𝘯𝘻𝘢 𝘢 𝘱𝘦𝘳𝘤𝘰𝘳𝘴𝘪 𝘥𝘪 𝘤𝘶𝘳𝘢.

𝗟𝗲𝗴𝗴𝗶 𝗾𝘂𝗶 𝗶𝗹 𝗿𝗲𝗽𝗼𝗿𝘁 𝗰𝗼𝗺𝗽𝗹𝗲𝘁𝗼.

Il rapporto è stato uno spartiacque nel riconoscimento del valore della cultura per la costruzione di benessere individuale e sociale, trasferendo grande impulso alla ricerca, allo sviluppo di pratiche e un’attenzione da parte di policy makers, istituzioni e organizzazioni culturali, sociali e educative in tema, partendo dalla salute mentale. Nell’ultimo triennio, con lo scenario inedito e instabile che si è delineato, a causa della sindemia, della crisi climatica e ai conflitti nei paesi vicini, è diventata una priorità di Salute pubblica e le arti hanno manifestato le loro potenzialità, colmando lo iato cartesiano tra arte e scienza.

Con l’articolo sono condivisi studi e ricerche degli ultimi tre anni che integrano e aggiornano il report di OMS. Tutti i principali report richiamano alla necessità di politiche abilitanti, nuove competenze e rigore metodologico, affinché possano fare la differenza su grandi sfide sociali, diventare replicabili, protocolli.

Per contribuire allo sviluppo di queste prospettive, nel 2023 OMS ha dato una svolta alla sua strategia in tema: con il Jameel Arts & Health Lab, nato dalla collaborazione tra OMS Region Europa con la Steinhardt School della New York University (NYU), la Community Jameel e CULTURUNNERS viene varato un laboratorio per coordinare e promuovere la ricerca sull’efficacia e il valore che le arti e la creatività possono avere nel migliorare la salute e il benessere. Punto centrale è il contrasto alle diseguaglianze, ampliando la partecipazione culturale con una azione intersettoriale, concertata tra le diverse forze sociali, PA, investitori sociali, enti del terzo settore, imprese, cittadini.

CCW, sin dalla sua origine, si è messa al servizio di questi obiettivi, partecipando attivamente e con i propri member a numerosi percorsi di ricerca, nazionali ed europei, come Culture for health, azione anticipatoria della Commissione europea per le prossime politiche o di ricerca azione come Motherhood promosso da OMS che esamina la fattibilità di protocolli di accompagnamento basati su attività canore in caso di depressione postpartum, in diversi contesti culturali e con la creazione di CCWSchool.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: