LA CULTURA COME RISORSA SALUTE. NASCE UN CENTRO DI COMPETENZE INTERDISCIPLINARE  

Promuovere lo studio, la ricerca, la costruzione di competenze, l’accompagnamento delle politiche e il rafforzamento delle pratiche del valore della Cultura per il Benessere delle Persone e delle Comunità, come prerequisito dello sviluppo sociale sostenibile, in un quadro di giustizia sociale.

Cultura nei luoghi del Cura per pazienti e carer, promozione della Salute nei luoghi della Cultura, Medical Humanities per accompagnare con le scienze umane un approccio bio-psico-sociale alla medicina, empowerment delle persone e delle comunità attraverso le Arti, saranno il terreno privilegiato di ricerca e azione.

Questo l’impegno del CCW-Cultural Welfare Center che prende avvio a Torino, con sede operativa in luoghi dell’innovazione sociale: nel Distretto Sociale Barolo al BAC-Barolo Art for Communities e in Sicilia, al Farm Cultural Park di Favara.

Dieci compagni di lungo corso, professionisti provenienti da diverse aree del Paese, rappresentanti dei mondi culturale, sociale, sanitario, educativo, economico e pionieri del welfare culturale uniscono le forze per dare un contributo sistemico all’altezza delle sfide della crisi.

Alla chiamata  di Catterina Seia-manager culturale da sempre impegnata sui cross over culturali, in stretta collaborazione con Alessandra Rossi Ghiglione, esperta di pratiche artistiche community based, hanno dato pronta adesione di alte professionalità, provenienti dai mondi culturali, sanitario, sociale, economico ed educativo che da lungo tempo collaborano in questa direzione. Il comitato promotore annovera infatti  Annalisa Cicerchia, Giuseppe Costa, Luca Dal Pozzolo, Elisa Fulco, Enzo Grossi, Pierluigi Sacco, Irene Sanesi e  Flaviano Zandonai. Una knowledge community coopterà altri esperti nelle scienze umane e sociali.  

Manca un amico. “L’Arte è terapia sociale”. Il Centro nasce il 15 maggio, data della scomparsa del Maestro Ezio Bosso, mentore,  che ha alimentato fin dalle prime discussioni e continuerà ad alimentare con la sua visione socratica della musica e della vita le riflessioni del CCW.

Come primo atto, in collaborazione con DORS-Centro di documentazione delle politiche pubbliche, su autorizzazione di OMS,  il CCW mette a disposizione in open source la traduzione in italiano della ricerca  OMS del 2019  “sul ruolo delle arti per il miglioramento del  benessere delle persone” e vara  questo blog, che si trasformerà in una piattaforma digitale, attraverso il quale condivide risorse di conoscenza.